In noi.

Disordinate.
Ecco cosa siamo.
Eppure sarebbe così facile, ma la tendenza è sempre la stessa: ordine esterno e caos interno. I muri sono solo i nostri, quelli che costruiamo ogni giorno, ogni momento, in ogni occasione.
Ambiamo all’open space ma ci costringiamo e chiudiamo in un box doccia di un mini appartamento senza finestre.
Conosciamo la luce ma restiamo al buio.
Siamo noi e soltanto noi a volerlo.
Nessuno ci obbliga a continuare.
Non ci sono fili spinati e facce minacciose a ordinarci chi siamo e cosa dobbiamo fare ma siamo noi e soltanto noi a volerlo.
Manca poco lo so, ma la lotta continua.

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...